Lewis Hamilton in Aston Martin: un sogno tutt’altro che irrealizzabile

Lewis Hamilton in Aston Martin al momento è solo una voce di fanta-mercato di Formula 1, ma Lawrence Stroll ha ammesso che non si lascerebbe scappare il britannico

Il Mondiale 2021 è alle porte e la griglia di partenza è già stata definita, con Mercedes ultimo team a confermare la propria line-up con Lewis Hamilton al fianco di Valtteri Bottas.

Foto di Clive Mason / Pool / Ansa

Il 2022 è ancora lontano, però in molti hanno già cominciato a pensarci, dal momento che la Formula 1 vivrà una delle rivoluzioni più importanti degli ultimi anni. Se a livello tecnico e aerodinamico i team stanno lavorando alacremente in vista del 2022, sono iniziate a circolare anche delle clamorose voci di mercato, che riguarderebbero Lewis Hamilton e l’Aston Martin.

La situazione di Hamilton

Foto di EPA/Kenan Asyali / Ansa

Come noto, il rinnovo di Lewis Hamilton con la Mercedes è arrivato dopo una trattativa lunga ed estenuante, che ha fatto sì che il sette volte campione del mondo rimanesse senza contratto per un mese esatto. Una situazione paradossale, risolta con la firma arrivata a 2021 inoltrato, a distanza di poche settimane dall’inizio del nuovo Mondiale. Il contratto depositato da Mercedes riguarda solo la stagione in corso, dunque alla fine del Mondiale bisognerà che le parti si siedano di nuovo intorno ad un tavolo per decidere il futuro. Nulla è scontato, nemmeno un clamoroso addio, che avvicinerebbe Hamilton ad un altro team.

LEGGI ANCHE: Lewis Hamilton, il numero 44 e quella targa che lo ha folgorato

Hamilton-Aston Martin: perché sì

La clamorosa trattativa tra Hamilton e l’Aston Martin potrebbe andare in porto in vista del Mondiale 2022, a confermarlo ci ha pensato lo stesso patron Lawrence Stroll, che non ha chiuso le porte al britannico: “è sicuramente una prospettiva allettante. Hamilton in qualsiasi macchina è grande, e sono sicuro che tutti direbbero di sì a firmare per lui, perché è un sette volte campione del mondo. Ma per il momento sono estremamente concentrato sull’inizio di questa stagione”. Nel caso in cui Hamilton conquistasse l’ottavo titolo mondiale, diventando il più vincente della storia della Formula 1, potrebbe anche decidere di cambiare aria, trovando nuovi stimoli lontano da Brackley. Inoltre, il nuovo regolamento potrebbe dargli la possibilità di vincere con la terza macchina diversa in carriera dopo i successi ottenuti con McLaren e Mercedes: un altro primato che lancerebbe Lewis Hamilton ancora di più nella leggenda.

LEGGI ANCHE: Lewis Hamilton il ‘fedifrago’, Mercedes… tradita subito dopo il rinnovo

Hamilton-Aston Martin: perché no

Hamilton
Foto di Kenan Asyali / Ansa

Se i ‘pro’ stuzzicano la fantasia degli amanti della Formula 1, ci sono anche alcuni ‘contro’ che frenano gli entusiasmi. L’Aston Martin come noto ha ingaggiato per questa stagione Sebastian Vettel, piazzandolo al fianco di Lance Stroll. Difficile che la coppia si divida alla fine del 2021, a meno che il tedesco non sia protagonista di numerosi disastri che spingano l’Aston Martin a scaricarlo definitivamente. Impossibile che sia invece il giovane canadese a fare le valigie, dal momento che è il padre a gestire la scuderia.

Foto di EPA/Jenifer Lorenzini / Ansa

Lewis Hamilton inoltre potrebbe anche decidere di ritirarsi nel caso vincesse l’ottavo titolo, evitando di affrontare una rivoluzione tecnica che non lo attrae affatto. Dunque potrebbe anche chiudere la propria carriera, concentrandosi su quegli interessi extra Formula 1 che sta portando avanti da qualche tempo a questa parte. Al momento comunque è impossibile fare previsioni sul futuro del britannico, ciò che è certo è che certamente le sorprese non mancheranno.