Italia da favola alle Davis Cup Finals! Azzurri in semifinale

L'Italia del tennis è in semifinale alle Davis Cup Finals: Bolelli e Fognini decisivi nella sfida contro gli Stati Uniti! Sock e Paul ko in due set

SportFair

Anziano è anche sinonimo di esperto: chi più grande è, maggiore esperienza ha e questo lo hanno dimostrato oggi in campo Fabio Fognini e Simone Bolelli, gli azzurri del doppio che hanno battuto il duo statunitense formato da Sock e Paul nel match decisivo dei quarti di finale delle Davis Cup Finals.

Dopo la vittoria di Sonego contro Tiafoe e la sconfitta di Musetti contro Fritz, il doppio è stato il match decisivo di Italia-USA in queste Finals di Malaga. Fognini e Bolelli sono sempre rimasti concentrati e affiatati e sono riusciti a sconfiggere gli statunitensi.

La partita è termnata dopo un’ora e 21 minuti di gioco con un doppio 6-4. Azzurri in festa a Malaga! Tutta la panchina italiana è in estasi per il passaggio in semifinale. Sabato l’Italia sfiderà la vincente tra Germania e Canada.

Le parole di Fognini e Bolelli

E’ stata dura, sapevamo che era una partita in salita. Era molto più insalita senza Jannik e Matteo, ma oggi il primo Lorenzo ha fatto una grande prestazione, il secondo anche ma ha giocato contro un Fritz molto in forma. Sapevamo che si poteva decidere aldoppio decisivo e ancora una volta quando siamo scesi in campo abbiamo risposto presente e ce l’abbiamo messa tutta. Abbiamo fatto una bella prestazione, cosa che è mancata nell’ultimo mese e mezzo. Ci mancava una prestazione con la P maiuscola“, queste le parole di Fognini ai microfoni Sky.

Penso che abbiamo fatto una partita molto buona tutti e due sotto tutti i puti di vista. Era una partita molto dura anche a livello di emozione, era un punto importante, sapevamo che erano tre punti molto duri quella di oggi. Sonego ha fatto una grandissima partita ed il Muso ci è andato vicino. L’Italia oggi ha dimostrato di poter sognare e poter far bene. Ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo cercato di essere veloci ed aggressivi. E’ andata bene dai. Un poco di tensione c’è sempre, abbiamo cercato di andare a prenderci la partita e non aspettare che ce la regalassero. Non si può giocare un doppio alla difensiva. Bisogna attaccare e cercare di prendere l’iniziativa“, ha aggiunto Bolelli.