Dall’alleanza allo scontro giudiziario: piovono penali sui club che hanno lasciato la Superlega

Florentino Perez ha promesso che i club che hanno abbandonato il progetto Superlega dovranno pagare delle pesanti penali, promettendo battaglia legale

Affondato il progetto Superlega, con la maggior parte dei club fondatori ritiratisi dopo le minacce di Uefa e Fifa, adesso è tempo di pensare alle questioni legali, che dovrebbero coinvolgere proprio quelle società che hanno scelto di abbandonare la competizione a distanza di 48 ore dalla sua ufficializzazione.

Florentino Perez
Foto di Rodrigo Jimenez / Ansa

Florentino Perez ha sottolineato come ci saranno delle penali da pagare, dal momento che l’ingresso in Superlega è sempre stato vincolante per ogni club. La questione è appena sorta, dunque è impossibile al momento definire cifre e sanzioni che le società dovranno pagare, ma più di qualche dubbio sorge all’orizzonte, considerando come i 3.5 miliardi di prestiti della banca statunitense JP Morgan non sono nemmeno partiti.

LEGGI ANCHE: Superlega, Ceferin distrugge Agnelli: “meglio ingenuo che bugiardo”. E poi sfotte Juve e Real…

La situazione

Florentino Perez
Foto di Fernando Alvarado / Ansa

I 12 club fondatori della Superlega hanno inserito nei contratti le clausole di uscita, prevedendo al tempo stesso anche delle penali, progettandole però per il momento in cui avrebbero ricevuto i soldi per finanziare il progetto. Stando a quanto riferito dal Financial Times, ogni società avrebbe dovuto rimanere all’interno della Superlega fino al 2025, potendo defilarsi solo dopo questa scadenza ma con il preavviso di un anno. In questo caso, il club in questione avrebbe dovuto poi rimborsare parte della ‘sovvenzione infrastrutturale’ iniziale, ossia parte di quei 3,5 miliardi di euro della JP Morgan che i vari ‘fondatori’ si sarebbero dovuti dividere.

LEGGI ANCHE: Mai più progetti secessionisti, così la Uefa vuole mettere spalle al muro i ricchi del pallone

Flusso di denaro

Non avendo ricevuto quel denaro, i club che hanno scelto di defilarsi non dovrebbero pagare alcuna penale, visto che hanno scelto di abbandonare il progetto Superlega due giorni dopo la sua nascita. Ma non è detto che Florentino Perez non si impunti e vada fino in fondo alla questione, trasformando l’iniziale alleanza tra i club fondatori in uno scontro giudiziario senza esclusione di colpi. Le sue parole del resto non lasciano spazio a dubbi: “in caso di abbandono del progetto della Superlega, i club coinvolti dovranno pagare centinaia di milioni di euro di penale“. Le prossime settimane saranno dunque molto infuocate: la questione Superlega è tutt’altro che chiusa.