Anthony Joshua-Tyson Fury, il match del secolo si farà: in palio il titolo Mondiale unificato dei pesi massimi

Il match del secolo tra Anthony Joshua e Tyson Fury, sono arrivate le firme sui contratti che prevedono addirittura due sfide da disputarsi entro il 2021

Il momento tanto atteso per la boxe mondiale è finalmente arrivato: Anthony Joshua e Tyson Fury hanno firmato l’accordo che ufficializza la sfida del secolo, quella per intenderci che sancirà l’unificazione totale del Mondiale dei pesi massimi.

Joshua
Foto di Andrew Couldridge / Ansa

Un match atteso 30 anni, che finalmente si disputerà tra giugno e luglio in una data da definire, a cui poi seguirà una rivincita già concordata per il periodo di novembre-dicembre. Sarà ribattezzata come ‘Battaglia d’Albione’ e si svolgerà in una sede ancora da definire, ma che sicuramente sarà quella che offrirà di più ai promoter. Le richieste sono già arrivata da tutto il mondo: Europa, America, Medio Oriente e Asia ma l’Inghilterra spinge affinché la sfida tra i due britannici si svolga sul suolo patrio.

LEGGI ANCHE: Impressionante Anthony Joshua, massacrato Pulev senza pietà: il bulgaro va ko alla 9ª ripresa

Le cinture in palio

Joshua
Foto di Ahmed Yosri / Ansa

La sfida tra Anthony Joshua e Tyson Fury metterà in palio tutte le cinture dei pesi messimi, in un incontro da cui uscirà il campione del mondo unico e assoluto. AJ possiede al momento il titolo WBA, WBO, IBF e IBO mentre Tyson Fury è forte della corona della sigla WBC, nonché dello scettro di The Ring e del platonico titolo ‘lineare’. La trattativa per fissare questi due incontri è durata a lungo a causa del difficile accordo economico, raggiunto infine su queste basi secondo quanto riferito da ESPN: borsa divisa esattamente a metà per il primo incontro, mentre il 60% dell’introito della rivincita al vincitore della prima sfida.

I curricula di Joshua e Fury

Fury
Foto di Etienne Laurent / Ansa

Anthony Joshua ha un record di 24 vittorie (22 per ko) e 1 sconfitta, arrivata contro Andy Ruiz Jr nel 2019. Nel suo palmarès ha anche una medaglia d’oro olimpica, conquistata ad Atene 2012 in finale contro Roberto Cammarelle. L’ultimo incontro disputato da AJ risale allo scorso 12 dicembre alla SSE Arena di Londra, quando ha steso al nono round Kubrat Pulev. Perfetto invece lo score di Tyson Fury, imbattuto in carriera con 30 vittorie (di cui 21 per ko) e 1 pareggio ottenuto contro Deontay Wilder il 1° dicembre 2018. E’ più di un anno che ‘Gipsy King‘ non combatte, l’ultimo incontro è infatti datato 22 febbraio 2020 quando ha annientato Wilder soffiandogli il Mondiale WBC.

Come Lennox Lewis

Lennox Lewis
Foto di Rolf Vennenbernd / Ansa

Il vincitore della sfida succederà a Lennox Lewis, l’ultimo ad aver avuto l’onore di possedere il titolo di campione del mondo assoluto. Il britannico il 13 novembre 1999 sconfisse Evander Holyfield e conquistò le cinture WBC, WBA, IBF (quella WBO non era ai livelli odierni), mantenendole fino al 29 aprile 2000, giorno in cui perse quella WBC per una disputa contrattuale. Adesso toccherà a uno tra Joshua e Fury salire sul tetto del mondo: sarà la sfida del secolo a decretare chi sarà il più forte di tutti.