Francesco Totti nella bufera, la Commissione Agenti della FIGC ha aperto un fascicolo sulla sua ‘CT10’

La Commissione Agenti della FIGC ha aperto un fascicolo su Francesco Totti su richiesta dell'AIACS, secondo cui il Pupone opererebbe come agente senza averne i titoli

Guai in vista per Francesco Totti, la Commissione Agenti della FIGC infatti ha aperto un fascicolo sull’ex capitano della Roma in seguito ad un esposto presentato dall’associazione italiana agenti calciatori e società (AIACS).

Foto di Ansa

Secondo quest’ultima, Totti opererebbe come agente sportivo pur non avendone i titoli per farlo, per questo motivo ha interpellato la Commissione della Federazione per fare chiarezza su questa spinosa vicenda.

LEGGI ANCHE: ‘Speravo de morì’, velenosa frecciata di Totti a Spalletti: “non mi guardava nemmeno negli occhi”

Il chiarimento di Totti

Foto di Alessandro Di Meo / Ansa

Al momento di lanciare la sua agenzia ‘CT10‘, Francesco Totti aveva chiarito come il suo lavoro riguardasse solo l’area scouting: “non esercito l’attività di agente sportivo, ho deciso di investire nel settore di riferimento in qualità di uomo di sport e di libero imprenditore, nel rispetto di tutte le normative vigenti. Ho costituito una società di servizi che opera nel settore della mediazione, consulenza ed assistenza ai Club ed ai calciatori, per la quale coordino e supervisiono l’area scouting. Per l’espletamento dei suoi servizi professionali, la società si avvale di professionisti già abilitati all’esercizio dell’attività svolta, in conformità a tutte le disposizioni previste dalla legge, nonché dai regolamenti FIGC e CONI”. Un chiarimento che non è bastato, dunque toccherà alla Commissione Agenti della FIGC fare chiarezza sulla vicenda.