Atalanta-Napoli, Gattuso spiazza tutti: “un’altra squadra avrebbe preso 5 gol. De Laurentiis? Non so nulla”

Al termine di Atalanta-Napoli, Gennaro Gattuso ha analizzato l'andamento del match, facendo comunque i complimenti ai suoi ragazzi per la reazione

SportFair

Sfuma un altro obiettivo per il Napoli, che perde contro l’Atalanta la semifinale di ritorno di Coppa Italia e fallisce l’accesso alla finale di Roma.

Foto di Paolo Magni / Ansa

Una mazzata per Gennaro Gattuso, costretto a masticare amaro dopo il 3-1 subito al Gewiss Stadium, su cui pesa il terribile primo tempo giocato da Insigne e compagni. Una buona ripresa non basta agli azzurri per acciuffare la qualificazione, messa in ghiaccio dall’Atalanta con il tris di Pessina.

LEGGI ANCHE: Tris Atalanta, Napoli asfaltato e finale di Coppa Italia in tasca: Gattuso ‘corre’ verso l’esonero

Le parole di Gattuso

Foto di Paolo Magni / Ansa

Intervenuto nel post-gara ai microfoni della Rai, Gattuso ha espresso il proprio punto di vista sul match: “potevamo fare molto meglio su tutti e tre i gol, nel primo tempo abbiamo fatto fatica ma nella ripresa li abbiamo tenuti lì, abbiamo riaperto la partita e poi il terzo gol ci ha tagliato le gambe. Un’altra squadra stasera, dopo quell’inizio, avrebbe potuto subito anche 4-5 gol e invece i ragazzi hanno reagito. Sappiamo che non basta. Ora la Juventus? Oggi abbiamo giocato con due centrali che non avevano mai giocato insieme, bisogna recuperare e fare i complimenti ai ragazzi. I meccanismi bisogna migliorarli, ma quando si gioca ogni tre giorni si fa fatica, non si riesce a preparare nulla. Dobbiamo tenere alto l’entusiasmo, ma penso che con la Juventus non sia difficile trovare gli stimoli. De Laurentiis? Non ci ho parlato, non ci siamo detti nulla”.