Udinese-Inter, Antonio Conte fa chiarezza sulla lite con l’arbitro Maresca: “non mi è piaciuto”

Antonio Conte ha parlato dopo Udinese-Inter, soffermandosi prima sulla lite con l'arbitro Maresca e poi sulla prestazione della squadra

Un’altra occasione sprecata per l’Inter, che pareggia in casa dell’Udinese e non riesce ad approfittare della sconfitta casalinga del Milan contro l’Atalanta.

Alessandro Sabattini/Getty Images

Uno 0-0 elettrico quello dei nerazzurri, considerando l’espulsione di Antonio Conte nel finale, venuto quasi alle mani con l’arbitro Maresca per alcune incomprensioni. Sulla questione si è soffermato nel post-gara lo stesso allenatore nerazzurro, parlando a Sky Sport: “alla fine c’è stata questa mia espulsione, forse un po’ più di recupero poteva essere accordato e ho protestato per quello. L’arbitro mi ha ammonito poi espulso, non eravamo d’accordo sul minutaggio del recupero perché mi è sembrato troppo poco considerando quanto poco si era giocato specie nel secondo tempo quando i giocatori dell’Udinese hanno perso diversi minuti. L’arbitro però deve prendere le sue decisioni e noi dobbiamo accettarle anche se non si è d’accordo“.

Rincorsa sul Milan

Alessandro Sabattini/Getty Images

Antonio Conte poi ha parlato del duello con il Milan, sottolineando come l’importante in questo momento è pensare a se stessi: noi dobbiamo guardare a noi e non pensare al Milan e al fatto che abbiano perso. Cerchiamo di migliorare in quello che stiamo facendo. Ci sono margini di crescita, oggi è mancata la qualità nell’ultimo passaggio che è fondamentale: puoi fare gol o diventa un’occasione sprecata. Dobbiamo migliorare sotto questo aspetto per ambire a qualcosa di importante“.