Attacco alla Cina, accuse pesantissime: “Coronavirus creato in un laboratorio di Wuhan, ci sono le prove”

Arrivano nuove pesanti accuse nei confronti della Cina, gli Stati Uniti hanno le prove che il Coronavirus sia stato creato in un laboratorio a Wuhan

Nuove pesanti accuse nei confronti della Cina arrivano dagli Stati Uniti, in relazione alla diffusione del Coronavirus.

Milos Bicanski/Getty Images

Secondo Matthew Pottinger, numero due della National Security Advisor statunitense, il Covid-19 sarebbe stato creato in un laboratorio governativo di Wuhan, in Cina: “ci sono sempre più prove. Il laboratorio cinese è la più probabile sorgente del virus”. Stando a quanto riferito da Pottinger, pare che il Coronavirus sia fuoriuscito dal segretissimo Istituto di Virologia di Wuhan, che si trova a 18 chilometri dal famoso mercato con i pipistrelli vivi.

LEGGI ANCHE: Che fine ha fatto Jack Ma? Il fondatore di Alibaba scomparso da due mesi

Insabbiamento

coronavirus
Spencer Platt/Getty Images

La convinzione di Pottinger è quella che il Coronavirus sia stato creato nel laboratorio di Wuhan, per poi uscire “a causa di una fuga o di un incidente. Anche figure dell’establishment cinese a Pechino hanno apertamente escluso la storia del mercato”. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rivelato che verrà condotta un’inchiesta, ma Pottinger ha sottolineato di non avere fiducia nell’OMS, a causa dell’influenza che esercita la Cina sull’Organizzazione.