Da Milan-Juventus al caos Zaniolo, Ancelotti senza freni: “i social ormai sono diventati un danno”

Carlo Ancelotti ha parlato non solo del campionato di Serie A, ma si è anche soffermato sul caos scoppiato intorno a Nicolò Zaniolo, condannando i social

Ha lasciato l’Italia ormai da un po’, ma Carlo Ancelotti non ha smesso di seguire con attenzione la Serie A. Soprattutto quest’anno, dove Milan e Inter hanno dimostrato una crescita esponenziale, mettendo in difficoltà anche la Juventus.

Milan
Marco Luzzani/Getty Images

L’allenatore di Reggiolo si è soffermato sull’avvio di campionato dei rossoneri, esprimendo il proprio parere ai microfoni di Radio Anch’io Sport su Radio1: “che il Milan stia facendo molto bene è evidente, ha trovato continuità e solidità anche se nell’ultimo periodo ha rinunciato a Ibrahimovic, il suo giocatore più importante. La partita di mercoledì non sarà decisiva ma dirà soprattutto se la Juve è tornata, come sembra dire il risultato di ieri“.

LEGGI ANCHE: Zaniolo-Ghenea, la modella rivela: “non mi fidanzo dopo 25 giorni”

Schiaffo a Zaniolo

Nicolò Zaniolo Italia
Foto Getty / Claudio Villa

Carlo Ancelotti poi non ha potuto fare a meno di parlare della situazione scoppiata intorno a Zaniolo, non lesinando uno schiaffo al giocatore della Roma: “una volta si diceva che i panni sporchi vanno lavati in casa e dovrebbe essere così anche nel calcio. L’aspetto personale va gestito come meglio si crede ma la pubblicizzazione può essere un danno per tutti. Oggi i social hanno allontanato e reso più difficili le relazioni personali e questo incide anche nella vita privata di tutti noi. Io la chiamo la solitudine dello smartphone. Noi all’Everton abbiamo delle regole di comportamento ma è impossibile impedire l’uso dei social, dipende poi dall’intelligenza dei giocatori saperli gestire“.