Formula 1, Toto Wolff ammette: “Hamilton non sta bene, il Coronavirus non va sottovalutato”

Toto Wolff ha ammesso come Lewis Hamilton non stia bene in questo momento a causa del Coronavirus, una malattia che non va sottovalutata

Fa certamente strano non leggere il nome di Lewis Hamilton nella classifica della prima sessione di prove libere del GP di Sakhir, il pilota inglese è in isolamento dopo la positività al Coronavirus, che lo ha obbligato a saltare questo fine settimana di gare.

Hamilton
Mark Thompson/Getty Images

Il campione del mondo non è al momento in buone condizioni, i sintomi del virus si fanno sentire, ma è tenuto sotto controllo dai medici. Intervenuto a Sky Sports per parlare delle sue condizioni, Toto Wolff ha ammesso: “Hamilton non è certamente in buona forma. Il Coronavirus è qualcosa che non dovremmo mai sottovalutare, dobbiamo anzi prenderla molto sul serio. Quel che conta, tuttavia, è che il pilota sia stato sempre in mani sicure dopo i primi giorni dal contagio. E ritengo anche normale che una persona stia male soprattutto in questa prima fase“.

Complimenti a Russell

Pool/Getty Images

Al suo posto di Lewis Hamilton è stato chiamato George Russell, che ha già ben figurato nelle FP1, chiudendo al comando davanti alle due Red Bull e al compagno di squadra Bottas. Un ottimo modo per iniziare il week-end, come ammesso da Wolff: “penso che abbia disputato delle grandi libere, ha lavorato molto bene. Sa che questa macchina gli permette di trovare buone prestazioni, ma deve adattarvisi ed entrare in punta di piedi. L’ha fatto bene, vediamo come va sul long run, dove abbiamo avuto qualche difficoltà. Bottas? La sua macchina ha avuto qualche problema sin dall’inizio delle PL1. Non lo abbiamo certo visto al 100%, ma non voglio togliere niente alla prestazione di George. Vogliamo solo vedere come gestisce la pressione, poi tornerà alla Williams”.