LaPresse/Reuters

Il ct della Nazionale femminile di pallanuoto ha commentato la vittoria ottenuta contro l’Australia all’esordio nel mondiale

Buona la prima per l’Italia nel Mondiale di Guangju, il Setterosa si impone 10-9 sull’Australia al termine di una partita mozzafiato risolta solo nel finale dalle azzurre.

LaPresse/Alfredo Falcone

Soddisfatto ma non troppo il ct Fabio Conti: “siamo partiti molto bene, le ragazze hanno cominciato come l’avevamo preparata. Brave ad adattarsi immediatamente all’ambiente. Nella parte finale, invece, si sono innervosite. Hanno patito mani addosso, strappi, qualche fischiata in meno. Dovranno essere più brave a gestire questi momenti, comunque c’è sempre stata voglia di giocare, di andare al tiro ed è per questa attitudine che abbiamo portato a casa i tre punti. L’Australia è una squadra che gioca con la testa libera perché certa di avere il pass olimpico, sarà un avversario ostico per tutti. Buona la prima, ora ci aspettano due partite difficili più di quanto si possa pensare contro Giappone e Cina“. Soddisfatta anche capitan Elisa Queirolo: “nel complesso è stata una buona partita. Abbiamo giocato bene per tre tempi, poi abbiamo patito il loro pressing molto fisico, non siamo riuscite più a servire il centro e siamo andate troppo dietro al loro gioco piuttosto che sviluppare il nostro. Comunque ne abbiamo fermato il ritorno vincendo una partita difficile. Tutto sommato è un ottimo segnale“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE