Caos Federginnastica, deferite Maccarini e Tishina: “pressioni psicologiche”

La Procura federale deferisce l'allenatrice delle Farfalle e la sua assistente: cosa rischiano Maccarini e Tishina

SportFair

Continuano le indagini sulla Federginnastica dopo le denunce di alcune ex atlete. La Procura Federale ha deferito l’allenatrice delle Farfalle, Emanuela Maccarini, e la sua assistente, Olga Tishina.

La Procura ha ascoltato tutti i soggetti che hanno frequentato l’Accademia Internazionale di Desio negli ultimi cinque anni e adesso viene contestato alla Maccarini e alla sua assistente la violazione dell’art. 2 del regolamento di Giustizia e Disciplina, in relazione all’art.7 del Codice Etico FGI e all’art.2 del Codice di Comportamento Sportivo del Coni.

Fino all’estate 2022 sono stati usati dei “metodi di allenamento non conformi ai doveri di correttezza e professionalità, ponendo in essere pressioni psicologiche e provocando in alcune ginnaste l’insorgere di disturbi alimentari e psicologici“.

Il Tribunale Federale deciderà la condanna o l’assoluzione: le due rischiano un’ammenda, un’ammonizione, ma anche una sospensione fino a due anni e la radiazione.