Bassino guarda… dall’alto: vince Shiffrin a Semmering, l’azzurra di nuovo terza

Marta Bassino si conferma sempre più in forma: l'atleta italiana ha chiuso terza nel gigante bis di Semmering

SportFair

Mikaela Shiffrin ha concesso il bis anche nel secondo gigante femminile di Coppa del mondo, ospitato dalla località austriaca di Semmering. La statunitense ha confermato la sua predilezione per la pista “Panorama”, portando a cinque la quota di successi sul massimo circuito in questa stagione. La ventisettenne del Colorado ha fissato il cronometro sul tempo complessivo di 2’03”51, assicurandosi la 79esima vittoria in carriera (a -3 dalla connazionale Lindsey Vonn), con il sesto sigillo a Semmering dove in slalom, proverà a completare il trittico già ottenuto nel 2016. Secondo posto per la ticinese Lara Gut-Behrami, attardata di 10 centesimi dopo una prima manche superba.

Marta Bassino non è stata certamente a guardare, conquistando di forza il terzo posto che vuol dire quarto podio stagionale in altrettanti giganti. La ventisettenne piemontese di Borgo San Dalmazzo ha terminato a 47 centesimi da Shiffrin, con una prova ancora una volta solidissima, andando a guadagnare nuovamente nella seconda manche per festeggiare il sesto podio consecutivo nella specialità prediletta. Per la portacolori dell’Esercito si è trattato anche del venticinquesimo podio in carriera, proiettandola così nella top ten degli atleti italiani con più podi nel massimo circuito agganciando Max Blardone.

Grande prova anche per Federica Brignone, quarta ad appena 3 centesimi: la campionessa valdostana ma ha mostrato ancora una volta tutte le sue qualità, mancando per un nonnulla l’appuntamento con il cinquantesimo podio in Coppa del mondo.

Quinta piazza per la canadese Valérie Grenier, che ha ottenuto il secondo miglior risultato della carriera in rimonta e il miglior crono nella seconda manche per battere la polacca Maryna Gasienica-Daniel, sesta, e la slovacca Petra Vlhova che mantiene il settimo posto di metà gara. La top ten è stata completata dall’austriaca Ricard Haaser ottava, la statunitense Paula Moltzan nona, e dalla francese Tessa Worley al decimo posto.

Discreta prestazione anche per Asja Zenere, 26esima: la carabiniera di Enego, si è rifatta della delusione del primo gigante dove era rimasta esclusa dalla seconda manche per 18 centesimi, conquistando il secondo piazzamento a punti di fila sul massimo circuito, dopo l’11esimo posto di Sestriere.

Non era riuscita a passare il taglio alla fine della prima manche Roberta Melesi – 32esima a soli 13 centesimi dalla qualificazione -, così come Laura Pirovano 40esima, Elisa Platino 48esima e Annette Belfrond 50esima.