Tamberi e Jacobs, allarme Mondiale: “maledetto dolore”, “senza di lui la staffetta crolla”

Le ultime sulle condizioni di Tamberi e Jacobs in vista dei Mondiali di atletica, la situazione dopo gli infortuni

SportFair

Le ultime gare di atletica sono state condizionate da qualche problema fisico di troppo per i colori italiani. Gianmarco Tamberi si è laureato Campione d’Italia ma le incertezze in vista dei Mondiali sono tante. Il campione olimpico di salto in alto è condizionato da un problema muscolare alla gamba sinistra. Gimbo si è sottoposto a visite per risolvere il problema e farsi trovare ai nastri di partenza nella migliore condizione. “In giro per il mondo cercando in tutti i modi di risolvere questo maledetto dolore”, ha scritto sui social. Tamberi dovrebbe partire per gli USA e poi presentarsi a Eugene per i Mondiali.

Problemi anche per Marcell Jacobs. Il velocista azzurro è stato costretto al forfait ai 100 metri a Stoccolma a causa di un fastidio al gluteo. Il campione olimpico è atterrato questa mattina in Oregon. Jacobs si sottoporrà nelle prossime ore a risonanza magnetica. Antonio La Torre, DT della Nazionale Italiana ha dichiarato: “ho sentito Camossi ed è sereno, sebbene non possiamo nascondere che c’è un filo di preoccupazione. La zona interessata è vicina al nervo sciatico, quindi particolarmente sensibile, soprattutto quando il sistema nervoso è sotto pressione. Se non avrà altri problemi recupererà in tempo: è il fulcro del nostro movimento”. 

Filippo Di Mulo, referente tecnico per la 4×100 è preoccupato: “senza di lui la nostra staffetta crolla: è l’anello centrale, è indispensabile. Forse non sarebbe stato il caso di andare a Nairobi. Soluzioni alternative senza lui? Impossibile averne, Jacobs non si sostituisce. Confermerei Patta e Desalu in curva, ipotizzerei Tortu in seconda e in quarta uno tra Ali, Melluzzo, Pettorossi e Polanco”, riporta la rosea.