Penalità in vista per Carlos Sainz, nuova power unit in arrivo per lo spagnolo: “la monteremo il prima possibile”

Mattia Binotto ha ammesso che il prima possibile verrà montata sulla Ferrari di Carlos Sainz la nuova power unit che tanti benefici ha recato a Leclerc in Russia

SportFair

In Russia è toccato a Charles Leclerc, probabilmente in Turchia sarà Carlos Sainz a utilizzare la nuova power unit che tanti benefici ha recato al pilota monegasco sul circuito di Sochi. L’introduzione del propulsore però obbligherà lo spagnolo a partire dal fondo dello schieramento, da cui dovrà essere bravo a risalire per conquistare punti importanti in ottica Mondiale Costruttori. Già in Russia la nuova power unit avrebbe potuto far comodo a Sainz, incapace con la vecchia di attaccare Norris subito dopo il sorpasso subito.

La promessa di Binotto

Interrogato sulle possibilità di fornire il nuovo motore anche a Sainz, Mattia Binotto ha ammesso: Sainz avrebbe potuto fare ancora meglio con la nuova la monteremo il prima possibile, perché crediamo che sia un vantaggio. L’idea è questa e prenderemo la decisione basandoci sulle caratteristiche del tracciato e sull’opportunità di realizzare sorpassi. Ha dimostrato di funzionare molto bene, tant’è vero che Charles è quasi sempre stato in lotta con Verstappen, a riprova di quanto sia stata buona la sua gara. È chiaro che, infine, il tempismo nella scelta delle gomme non è stato l’ideale in quel momento caotico. È davvero un peccato, perché il risultato avrebbe potuto esser ancor più positivo. Ma impareremo anche da questo, così come dovremo migliorare in ogni area – ha concluso Binotto ai microfoni di Sky Sport F1 – soprattutto nei pit-stop: i primi due non sono stati perfetti, e ci sono costati qualche posizione, specialmente con Charles”.

Di Ernesto Branca

Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015