Bebe Vio ospite d’onore all’Europarlamento, elogio da Ursula von der Leyen e standing ovation: “volevo sotterrarmi”

Bebe Vio è stata invitata come ospite d'onore in aula al Parlamento Europeo, la campionessa paralimpica ha ricevuto parole d'elogio da Ursula von der Leyen

SportFair

Giornata speciale per Bebe Vio, presentatasi in aula al Parlamento Europeo come ospite d’onore di Ursula von der Leyen. La campionessa paralimpica è stata accolta con una bellissima standing ovation, che ha fatto seguito all’elogio rivoltole dalla Presidente della Commissione Europea, che l’ha indicata come un esempio da seguire per superare gli ostacoli che la vita pone sul proprio cammino.

L’elogio di Ursula von der Leyen

Ursula von der Leyen ha ripreso la frase postata sui social da Bebe Vio dopo la vittoria dell’oro alle Paralimpiadi di Tokyo, esprimendosi in un italiano perfetto: “ho invitato un ospite d’onore, che ha catturato la nostra simpatia. Diamo il benvenuto a Bebe Vio. Ad aprile le avevano detto che rischiava di morire, ma è comunque riuscita a vincere un oro paralimpico. Bebe è una leader, immagine della sua generazione e figura da cui trarre ispirazione. Nonostante la sua giovane età, è stata in grado di superare tantissime prove. La sua storia di vita è un contrasto vero alle avversità. Lei ce l’ha fatta attraverso il talento, la tenacia, e il suo è un atteggiamento positivo. Bebe è una paladina dei valori in cui crede, ha sempre raggiunto risultati applicando il suo credo: se sembra impossibile, allora si può fare. Prendiamo Bebe come esempio e fonte d’ispirazione. Questo era lo spirito dei fondatori dell’Europa e questo è lo spirito della prossima generazione europea. Questo è il futuro dell’Europa. Rendiamolo più forte insieme“.

La reazione di Bebe Vio

Emozionata e sorpresa Bebe Vio dall’accoglienza ricevuta dall’aula, al punto da voler scomparire sotto terra: “all’applauso volevo sotterrarmi, è stato bellissimo. Non sono bravissima a fare degli appelli, ma posso dire che ho 24 anni e mi sto godendo la mia vita al massimo, facendo un sacco di cose, ma semplicemente perché mi diverto e amo tutto ciò che faccio. Con la Presidente ci siamo viste anche ieri sera e siamo state un po’ insieme, è stato bellissimo. Essere qua è stupendo e anche rappresentare il mondo italiano, dello sport, dei giovani e della disabilità. Sono fiera di poter rappresentare queste cose e anche di sapere di avere il supporto di una persona così speciale è veramente qualcosa di bello“.