Tristezza ‘olimpica’ per Berrettini, il tennista azzurro svela: “ho pensato di andare a Tokyo anche rotto”

Matteo Berrettini ha ammesso che avrebbe voluto partecipare alle Olimpiadi di Tokyo anche da rotto, salvo poi desistere su suggerimento del suo team

SportFair

Matteo Berrettini non sarà al via del torneo olimpico di tennis a Tokyo 2021, il numero uno azzurro è stato costretto a rinunciare ai Giochi per via di un infortunio che lo obbligherà a un periodo di stop di due settimane. Una botta durissima da incassare per il giocatore italiano, che avrebbe partecipato con entusiasmo e trasporto all’edizione in programma a Tokyo dal 23 luglio all’8 agosto. Purtroppo però, un guaio accusato durante l’ultimo torneo di Wimbledon non gli permetterà di andare a caccia di una medaglia olimpica che avrebbe arricchito il suo palmarès, permettendogli di entrare di diritto nello sport italiano.

matteo berrettini
Foto di Angelo Carconi / Ansa

Le parole di Berrettini

Intervistato ai microfoni de ‘La Stampa’, Berrettini ha ammesso di aver valutato fino all’ultimo la possibilità di andare alle Olimpiadi di Tokyo, salvo poi decidere di rinunciare: “era un appuntamento che aspettavo da due anni, visto il rinvio. Fino all’ultimo ho pensato di andare a Tokyo anche rotto, ma non avrebbe avuto senso, non sarei riuscito a fare quello che volevo, cioè lottare per una medaglia. Inoltre rischiavo di peggiorare l’infortunio. Dopo lunghe riunioni con il team ho deciso di lasciar perdere. Fin da piccolo vivere nel villaggio olimpico a contatto gli altri atleti era uno dei miei sogni. Altri la pensano diversamente, ma io non giudico. Va detto che è un’edizione difficile per via delle restrizioni e della mancanza di pubblico. Ora Parigi 2024 per me diventa un obiettivo ancora più importante”.