Vittoria e polemica per Djokovic, l’avversario del doppio punta il dito contro Nole: “è un provocatore”

Novak Djokovic è stato accusato dal brasiliano Melo di essere un provocatore, Nole però non ha risposto alle critiche per non alimentare la polemica

SportFair

Giornata piuttosto movimentata per Novak Djokovic alle Olimpiadi di Tokyo, dove il numero uno del mondo si è ritrovato al centro di una polemica innescata dal brasiliano Melo, suo avversario nel doppio misto. Il tennista sudamericano ha accusato il serbo di averlo provocato, scagliandogli la pallina dritta sulla schiena: “Novak mi ha sorpreso ma in modo negativo. Mi ha tirato dritto sulla schiena, non si può fare così. E poco dopo quasi ha colpito Luisa (la compagna di doppio di Melo). Certo che sono le Olimpiadi, ma dovrebbe avere dei limiti“.

djokovic
Foto di Valdrin Xhemaj / EPA / Ansa

La replica di Nole

Novak Djokovic è venuto a sapere delle critiche rivolte nei suoi confronti da Melo, ma ha liquidato la questione con un no comment: “Melo ha detto che lo stavo provocando? Sul serio? Non ho proprio niente da dire a riguardo“. Intanto, prosegue il percorso olimpico di Nole che non ha avuto problemi a battere Kei Nishikori nei quarti, superandolo con il punteggio di 6-2, 6-0 in 72 minuti e staccando così il pass per la semifinale a Tokyo.