Il ritorno al Real Madrid e il sogno Mbappé, Ancelotti ammette: “i big ci servono per vincere la Champions”

Carlo Ancelotti è stato presentato quest'oggi in conferenza stampa come nuovo allenatore di Real Madrid, l'allenatore italiano ha parlato anche del futuro di Sergio Ramos

SportFair

Carlo Ancelotti e il Real Madrid, una storia che ricomincia. L’allenatore italiano torna a sedersi sulla panchina dei Blancos, prendendo il posto di Zinedine Zidane con l’obiettivo di riportare in alto la formazione spagnola. Traguardi importanti per l’ex Everton, apparso deciso e determinato nella conferenza stampa di presentazione: “è successo tutto molto in fretta, in pochi giorni: per me è una grande gioia tornare ad allenare il Real. Mbappé per vincere di nuovo la Champions? Di sicuro i grandi giocatori ti aiutano a ottenere i trionfi, ma la base è una squadra equilibrata. Conosco la rosa, ma non c’è stato tempo di parlare del mercato“.

Responsabilità

Ancelotti
Foto di Javier Lizon / Ansa

Ancelotti ha poi sottolineato cosa significhi allenare il Real Madrid: “oltre ai trofei vinti ho ottimi ricordi anche per i rapporti costruiti. So cosa significa allenare il Real Madrid e sono qui per lavorare con grande voglia e con grande gioia, darò il massimo per questa squadra e sono convinto che possiamo far bene. Allenare il Real è una responsabilità grande, ma altrettanto bella, un’esperienza che ti resta dentro, qui lavori nel club più prestigioso del mondo ed è normale avere più responsabilità che altrove, ma lo accetto e come ho fatto in passato cercherò di fare il massimo“.

Il futuro di Sergio Ramos

Sergio Ramos
Foto di JuanJo Martin / Ansa

Infine, Ancelotti si è soffermato su quello che potrebbe essere il futuro di Sergio Ramos: “non sono lo stesso Ancelotti di sei anni fa. Sono diverso, ho sei anni in più di esperienza. Che può essere positiva o negativa. Mi sono trovato molto bene all’Everton, club familiari a cui sono legato. Ma anche le esperienze negative sono comunque esperienze, dove puoi crescere. Sergio Ramos? E’ un giocatore molto importante per il Real Madrid, lo è stato in passato ed è fondamentale per tutto quello che è successo qui. Parleremo con il giocatore che dovrà discutere il suo rinnovo, ma non conosco i dettagli. Fino a ieri ero a Liverpool. Quando li conoscerò potremo parlare più chiaramente di questo“.