Djokovic e la vittoria contro Musetti al Roland Garros: il segreto del successo è… nelle mutande

Novak Djokovic ed il curioso ed esilarante retroscena della sfida contro Musetti al Roland Garros: il racconto del serbo in conferenza stampa

SportFair

E’ un nuovo giorno di sfide a Parigi, dove andranno in scena oggi gli ultimi match dei quarti di finale del Roland Garros. Novak Djokovic sfiderà l’italiano Matteo Berrettini questa sera nella capitale francese. Dopo Musetti, che ha messo in difficoltà il numero 1 al mondo, il campione serbo affronterà un altro tennista azzurro, e sembra avere un segreto davvero curioso che potrebbe aiutarlo a vincere.

LEGGI ANCHE: Matteo Berrettini, behind the scenes: cinema, rap e moda. E quel bambino che oggi sfida la Trinità del tennis

In conferenza stampa, Djokovic ha infatti raccontato un curioso retroscena avvenuto durante la partita contro Musetti, un cambio ‘d’abito’ a seguito del quale è avvenuta la svolta in campo. Il numero 1 al mondo, infatti, dopo il 2-0 del giovane azzurro si è recato negli spogliatoi, ma non per una pausa… bagno: “mi sono cambiato le mutande e tutto il resto durante la pausa se proprio volete saperlo. Non sono andato in bagno. Da quel momento sono stato un giocatore diverso e ho avuto più fiducia nei miei colpi, sono andato incontro alla palla con più sicurezza ed ho commesso molti meno errori, ho iniziato a giocare nel modo in cui avevo preparato la partita. Tra il terzo ed il quarto set ho visto che lui aveva dei problemi fisici e questo mi ha dato ulteriori motivazioni e ho cercato di mettergli più pressione e di chiudere la partita“, ha affermato il numero 1 al mondo.

Mutande ‘magiche’ quindi per Djokovic? Chissà come si comporterà oggi nel caso in cui Berrettini dovesse metterlo in difficoltà, tenterà nuovamente questo gesto, nella speranza che un nuovo cambio di slip possa aiutarlo a cambiare le sorti del match?