Hamilton si mangia Verstappen in Portogallo, Ferrari disintegrata dalla McLaren

Lewis Hamilton si prende una vittoria di cattiveria in Portogallo, la sua 97ª in carriera, chiudendo davanti a Max Verstappen e Valtteri Bottas: male la Ferrari

Lewis Hamilton centra la 97ª vittoria in carriera in Formula 1, imponendosi d’autorità nel GP del Portogallo e allungando in testa alla classifica mondiale.

Foto di Gabriel Bouys / POOL/ Ansa

Il campione del mondo conferma la sua superiorità a Portimao e, dopo aver vinto nel 2020, cala il bis in questo terzo appuntamento del Mondiale 2021. Niente da fare per Max Verstappen e per la Red Bull, costretta a inchinarsi al cospetto del solito re Lewis che sale così a due successi in stagione. Gara perfetta quella del campione del mondo che, dopo un avvio complicato, si mangia Verstappen e poi anche Bottas, prendendo in mano le redini del GP del Portogallo senza lasciarle fino alla bandiera a scacchi.

Ferrari in difficoltà

Leclerc e Sainz
Foto di Davide Gennari / Ansa

Dopo un sabato positivo, la Ferrari chiude a testa bassa la gara di domenica. Charles Leclerc chiude al sesto posto il GP del Portogallo, cinque posizioni più avanti rispetto al compagno Carlos Sainz, autore di una deludente prestazione sul tracciato lusitano. Il Cavallino deve così inchinarsi non solo a Mercedes e Red Bull, come ampiamente prevedibile, ma anche alle McLaren di Lando Norris e Daniel Ricciardo. Il britannico chiude quinto davanti a Leclerc, senza dargli mai la possibilità di avvicinarsi, mentre l’australiano supera a 2 giri dalla fine Sainz relegandolo in decima posizione, poi diventata undicesima a causa del sorpasso di Gasly sullo spagnolo.

Alonso beffa Sainz

Alonso
Foto di Valdrin Xhemaj / Ansa

Nella lotta tutta spagnola tra Fernando Alonso e Carlos Sainz, è il driver dell’Alpine a sorridere con il sorpasso effettuato negli ultimi dieci giri del GP del Portogallo. L’asturiano beffa il connazionale e si prende l’ottava posizione, lasciandolo alle proprie spalle dopo una gara in sofferenza. Ottima la prestazione di Alonso, costretto comunque ad inchinarsi al compagno di squadra Ocon, favorito però dal sesto posto in griglia ottenuto ieri che ha permesso al francese di chiudere settimo il GP del Portogallo. Deluso infine anche Daniel Ricciardo, decimo con un distacco importante dal compagno di squadra, capace di chiudere quinto alle spalle di Mercedes e Red Bull.