Valtteri Bottas il ‘porta-borracce’: un altro rospo da ingoiare per il finlandese

Valtteri Bottas è stato etichettato come il miglior portatore d'acqua della Formula 1, un altro smacco per il finlandese costretto a inchinarsi sistematicamente a Hamilton

Il suo obiettivo è senza dubbio quello di conquistare il titolo mondiale, ma nella realtà Valtteri Bottas non riesce quasi mai ad avere la meglio su Lewis Hamilton.

Bottas
Foto di Alejandro Garcia / Ansa

Il suo ruolo è chiaramente quello di secondo pilota, anche come considerazione all’interno del team Mercedes dove il finlandese è considerato un’ottima spalla per il sette volte campione del mondo. Per questo motivo Bottas ha sempre strappato il rinnovo negli ultimi anni, ossia per il grande lavoro svolto in ottica Mondiale Costruttori per il quale ha sempre contribuito in maniera importante. Adesso il suo sedile è conteso da George Russell, ma non è scontato che Toto Wolff si privi di Bottas incrinando l’armonia raggiunta all’interno del team.

Porta-borracce 

Bottas
Foto di Jose Sena Goulao / Ansa

Sul ruolo di Bottas si è soffermato l’ex pilota Marc Surer, il quale ha sottolineato ai microfoni di Sport1 come il finlandese faccia proprio al caso della Mercedes: “le voci su George Russell come secondo pilota venivano dall’Inghilterra, ovviamente sarebbe un danno per la squadra se cambiassero i piloti. Perché? Perché Bottas è un buon portatore d’acqua. Aiuta Hamilton e si può vedere in Red Bull quanto sia difficile trovare un buon secondo pilota. Bottas è il miglior numero 2. Il miglior portatore d’acqua. Viene sempre criticato perché vince una gara ogni tanto, ma ha la pelle dura. In una buona giornata è imbattibile e poi non può riuscire a farlo anche per le cinque gare successive. Non è uno che vola alto. Ecco perché le critiche ci sono state fin dall’inizio”.