Nasce un puledro e lo chiama come il frate francescano morto per Covid: il bel gesto che arriva da Assisi

Sergio Carfagna, proprietario di un allevamento di trotto ad Assisi, ha deciso di chiamare uno dei suoi puledri come l'amico sacerdote morto per Covid

Un gesto splendido, compiuto in ricordo di un caro amico purtroppo deceduto a causa del Coronavirus. La decisione di Sergio Carfagna, proprietario di un allevamento di trotto situato proprio sotto la Basilica di Assisi, ha colpito e strappato un sorriso a tutti i suoi amici e conoscenti, rimasti piacevolmente sorpresi dalla scelta dell’allevatore di dare ad un puledro appena nato il nome di un frate francescano. Si tratta di Danilo Reverberi, monaco molto appassionato di cavalli deceduto a causa del Coronavirus lo scorso 9 marzo presso l’ospedale di Città di Castello.

Il nome

Sergio Carfagna ha chiamato il puledro Fra Danilo Pax, in onore del frate amico e consulente, la cui scomparsa ha lasciato un vuoto enorme nel cuore del proprietario dell’allevamento umbro, dove nel 2014 accadde un evento rarissimo per il mondo equino: ovvero la nascita di una puledra totalmente bianca chiamata ‘Via Lattea’. Un cavallo riuscito a gareggiare anche negli Stati Uniti, prima di diventare madre dando alla luce altri puledri. I genitori di Fra Danilo Pax invece sono la madre Most Wanted Boss e il padre Iglesias, già campione in pista per Carfagna.