Assurdo in Bahrain, Fernando Alonso costretto al ritiro per la… carta di un panino

Il motivo del ritiro di Alonso durante il GP del Bahrain riguarda l'involucro di un panino finito nella brake duct, che ha causato il surriscaldamento dei freni

La prima gara di Fernando Alonso dopo il suo ritorno in Formula 1 non è stata fortunata, il pilota spagnolo infatti è stato costretto al ritiro mentre lottava per un posto in top-ten che sfortunatamente non è riuscito a ottenere per un inconveniente davvero insolito. Il driver di Oviedo ha dovuto parcheggiare la sua Alpine ai box per colpa di un… involucro per panini, incastratosi nella brake duct della monoposto e creando problemi al sistema frenante. Una situazione grottesca, costata il ritiro a Fernando Alonso nonostante una gara piuttosto positiva che avrebbe meritato ben altro risultato.

LEGGI ANCHE: Hamilton ‘ringrazia’ la Red Bull in Bahrain, Ferrari nel baratro e staccata di 1 minuto

Le parole di Marcin Budkowski

Alonso
Foto di Valdrin Xhemaj / Ansa

Su quanto avvenuto in pista in Bahrain si è soffermato il responsabile del Team Alpine, spiegando analiticamente il problema occorso ad Alonso: “dopo la prima sosta di Alonso abbiamo avuto un piccolo problema che ci ha costretto a ridurre le prestazioni della vettura, poi, dopo la seconda sosta, una carta da imballaggio per panini si è incastrata all’interno del condotto del freno posteriore della vettura di Fernando. Questo ha fatto innalzare le temperature e ha causato alcuni danni al sistema frenante, e siamo stati costretti al ritiro per motivi di sicurezza. È stata una prima gara molto sfortunata per Fernando, considerando quanto sembrava forte“.

Alonso non si abbatte

Alonso
Foto di Valdrin Xhemaj / Ansa

Nonostante il ritiro, Fernando Alonso ha sottolineato di essere soddisfatto non solo della sua prestazione ma anche del comportamento della macchina: “la partenza è stata divertente, ho guadagnato alcune posizioni e ho avuto alcune battaglie piacevoli con i vecchi colleghi. Tuttavia, è stato deludente non vedere la bandiera a scacchi alla fine. Il problema che abbiamo avuto dopo la seconda sosta è stato un problema ai freni posteriori. Alcuni detriti sono entrati nei condotti dei freni e hanno fatto innalzare le temperature dell’impianto. Se devo analizzare la gara posso dire che nel gruppo di mezzo siamo tutti molto vicini e solo un paio di decimi possono cambiare l’ordine in modo significativo. Penso che sarà una stagione molto interessante e competitiva da guardare. Ci presenteremo ad Imola pronti per lottare daccapo“.