Juventus-Inter: l’anti-calcio

Juventus-Inter si trasforma ben presto in uno spot dell'anti-calcio: a festeggiare alla fine sono i bianconeri, che conquistano la 20ª finale di Coppa Italia

Chi si aspettava una semifinale di Coppa Italia ricca di emozioni è rimasto deluso, Juventus-Inter tutto è sembrata meno che uno spot per il calcio.

Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

Uno 0-0 tremendo e noioso, che non ha rispettato le attese della vigilia, soprattutto considerando l’1-2 dell’andata che avrebbe dovuto spingere i nerazzurri a osare di più. Invece, la gara dell’Allianz Stadium non ha regalato la benché minima occasione da gol, conciliando il sonno invece di far saltare i tifosi sul divano.

Juventus-Inter: l’anti-calcio

Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

Invece di esaltare il calcio, Juventus-Inter è stato lo spot dell’anti-calcio: zero emozioni e tanti sbadigli che hanno rovinato un derby d’Italia che metteva in palio la finale di Coppa Italia. A staccare il pass per l’ultimo atto della competizione sono stati i bianconeri, alla ventesima finale della propria storia, un traguardo ottenuto con il minimo sforzo pensando più a difendersi che ad attaccare. L’unico a provarci è stato Cristiano Ronaldo, per il resto una noia mortale, figlia di due squadre apparse stanche e senza verve.

Festeggia solo la Juventus

Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

In una serata senza spunti, la Juventus è stata l’unica a festeggiare, con Pirlo bravo a guadagnarsi la prima finale di Coppa Italia della sua carriera di allenatore, dopo aver vinto poche settimane fa la Supercoppa Italiana. Una stagione fin qui da incorniciare per l’allenatore bianconero, che punta adesso al primo posto in campionato per continuare la propria corsa verso quel decimo titolo consecutivo che lo lancerebbe nella leggenda.