Tragedia a Tenerife, un’onda anomala risucchia un uomo sul pontile: corpo ritrovato sugli scogli

Un ragazzo italiano originario di Arezzo è morto a Tenerife dove era in vacanza con alcuni amici, è stato risucchiato in acqua da un'onda anomala che lo ha ucciso

Una tragedia tremenda ha sconvolto la città di Tenerife, dove un uomo italiano è morto nella giornata di martedì a causa di una violenta mareggiata. Diego Nicchi, questo il nome del 33enne originario di Arezzo, è stato risucchiato da un’onda anomala mentre attraversava un pontile sull’isola dell’arcipelago delle Canarie, dove era in vacanza con alcuni amici. A dare la notizia su Facebook è stato il padre, presente anche lui sul posto insieme al figlio.

Corpo sugli scogli

Diego Nicchi non è riuscito a reagire all’inatteso evento, venendo trascinato in mare dall’onda anomala senza riemergere. Per cercarlo si è alzato in volo anche l’elicottero della guardia costiera dell’isola, che ha poi individuato il corpo del giovane, trascinato dalla risacca, sugli scogli. Inutili i tentativi di rianimazione. Trascinato in mare anche un amico, che fortunatamente è riuscito a salvarsi riportando la frattura di una gamba. Diego Nicchi si era trasferito da tempo a Miercurea Ciuc, in Romania, dove gestiva insieme al padre un’azienda di funghi e tartufi.