Coronavirus, il ministro Boccia a muso duro con gli italiani: “scene irresponsabili e irrazionali”

Il ministro Boccia ha commentato gli assembramenti visti in questo week-end in Italia, sottolineando che proprio in queste occasione il Coronavirus prolifera

E’ stato un week-end particolare quello appena vissuto in Italia, migliaia di persone in strada e numerosi assembramenti che non fanno altro che permettere la diffusione del Coronavirus. Atteggiamenti che non sono affatto piaciuti a Francesco Boccia, Ministro degli Affari regionali, che al Corriere della Sera ha espresso tutto il proprio sdegno: le foto degli assembramenti mostrano scene ingiustificabili, irrazionali, irresponsabili. Conte è sempre stato rigoroso, ma ascolta le proposte di tutti. Una cosa è lo spostamento tra piccolissimi comuni e borghi confinanti, ma allargare i confini comunali a tutta la provincia, come chiede la destra, sarebbe un errore. I cittadini lo prenderebbero come un liberi tutti”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il medico italiano nel Regno Unito: “fate il vaccino”

La scelta della Germania

Germania
Pool/Getty Images

Boccia poi ha sottolineato come in questo momento, gli affari e la salute non siano conciliabili: “il lockdown della Germania è una scelta che personalmente condivido. Dobbiamo dirci fino in fondo se la pausa natalizia deve servirci a mettere in sicurezza il Paese o se deve essere guidata solo dalla volontà di favorire il business. In questo momento affari e salute non sono conciliabili. E ho il massimo rispetto per chi ha sulle spalle il peso delle attività economiche. Tanti parlano del Natale pensando al business. Non è un caso che la Chiesa e il Papa abbiano dato una lezione a tutti, adattando alle regole gli orari delle messe. Ho letto che in questo Natale dovremmo farci guidare più dallo Spirito Santo che dalle apparenze, concordo”.