Fabrizio Corona rifiutò l’invito a pranzo di Berlusconi, il motivo è pazzesco: “dovevo incontrare due tettone”

Nel suo libro, Fabrizio Corona ha rivelato di aver rifiutato l'invito a pranzo di Berlusconi perché doveva incontrare due tettone in gelateria

SportFair

Il libro scritto da Fabrizio Corona sta facendo molto scalpore, sono molti i passaggi attenzionati dai media, tra questi anche il rapporto con Silvio Berlusconi. L’ex fidanzato di Belen Rodriguez ha raccontato nella sua opera di essere stato invitato nella villa ad Arcore dopo una puntata di Matrix, in cui Corona difese a spada tratta il Cavaliere sul caso Ruby.

La rivelazione

Il giorno seguente, ecco l’invito alla residenza del leader di Forza Italia tramite una telefonata, rivelata nel libro: “la ringrazio per ieri sera. Tra l’altro, lei è l’unico in Italia che ha avuto più donne di me. Venga a trovarmi ad Arcore domani mattina”. Nel libro Corona ha poi raccontato di aver ritardato di un’ora all’appuntamento, avendo fatto le ore piccole in un locale. “Il Cavaliere è in tuta di cachemire – il racconto di Corona – parliamo per un’ora di magistrati e processi e mi invita a rimanere a pranzo ma avendo un appuntamento ho dovuto rifiutare l’invito. Dovevo incontrare in gelateria un amico e due tettone“.