Hamilton
Peter Fox/Getty Images

Che avesse qualche problema lo si è capito fin dalla mattina, Lewis Hamilton infatti ha compiuto pochissimi giri a causa dell’asfalto troppo liscio, un problema avvertito da tutti i piloti in pista. Condizioni quelle della pista che non hanno giovato agli pneumatici, il cui poco grip ha letteralmente mandato su tutte le furie il campione del mondo.

Hamilton
Pool/Getty Images

Interrogato nel post gara sui risultati ottenuti oggi, Hamilton non ha nascosto la sua rabbia: “oggi è stato un po’ un disastro. Questo è un circuito fantastico e non capisco perché abbiano deciso di spendere milioni per rifare l’asfalto quando avrebbero semplicemente potuto ripulirlo. Adesso questa pista è peggiore di Portimao. Le gomme non funzionano ed è come guidare sul ghiaccio. Non ci si riesce a godere un giro come sarebbe giusto su questo tracciato e non credo che la situazione cambierà. Per qualche motivo questo asfalto è talmente liscio, talmente compatto nella sua composizione e lucido che viene fuori l’olio. E’ una merda, con la M maiuscola“.

Hamilton
Pool/Getty Images

Hamilton poi ha proseguito: “le gomme dure sono inutilizzabili, le medie così così, mentre le soft sono al momento quelle migliori. Tuttavia è un circuito molto difficile e la curva 8 mette a dura prova l’anteriore destra. Forse una scelta di mescole diversa sarebbe stata più adatta, ma ormai è così. Se le gomme non funzionano non sai come intervenire sul bilanciamento della vettura. Guardando dall’esterno posso dire che le Red Bull stanno andando molto bene, mentre noi abbiamo del lavoro da fare per cercare di capire come migliorare“.