Trump
Drew Angerer/Getty Images

La seconda notte è trascorsa e ancora gli Stati Uniti non conoscono il nome del nuovo presidente, la sfida tra Donald Trump e Joe Biden continua a colpi di schede elettorali e di accuse, come quelle che il tycoon ha rivolto all’avversario su Twitter.

Trump
Drew Angerer/Getty Images

Parole dure che agitano lo spettro dei brogli, per via di numerose schede arrivate per posta dopo la chiusura dei seggi: “la scorsa notte ero avanti, spesso saldamente, in molti stati chiave, in quasi tutti quelli governati e controllati dai democratici” le parole di Trump. “Poi, ad uno ad uno, i vantaggi sono magicamente scomparsi, nel momento in cui sono state contate discariche di schede a sorpresa. Molto strano. Stanno trovando voti per Biden ovunque, in Pennsylvania, Wisconsin e Michigan. E’ un male per il Paese!“.