Chris Hondros/Getty Images

Una morte terribile, da solo nel suo letto di ospedale. Se n’è andata così una donna ricoverata al Policlinico Casilino di Roma, come tanti altri pazienti malati di Coronavirus, costretti a morire da soli per questa malattia subdola e meschina.

Steve Bardens/Getty Images

Questa signora ha voluto comunque lasciare un messaggio ai propri figli, lo ha fatto utilizzando una pagina della ‘Settimana Enigmistica‘, l’unico modo per trascorrere il tempo in quel letto di ospedale. Parole struggenti, cariche di tristezza: “scusate figli miei ma voglio morire, fatemi addormentare senza risvegliarmi“. Un messaggio scritto con una calligrafica compita, ordinata, d’altri tempi. Una storia commovente, raccontata da Repubblica, che ha rivelato come il messaggio sia stato poi consegnato ai figli dagli infermieri, che hanno trovato la pagina di quella Settimana Enigmistica tra gli effetti personali. Parole composte e pudiche, di una donna stanca di lottare: “scusate figli miei, ma voglio morire“.