Squalo Bianco
Foto Getty / Dan Kitwood

Ennesimo attacco mortale di uno squalo in Australia, sono sette dall’inizio del 2020 le persone uccise, un numero inquietante che supera di gran lungo le statistiche degli ultimi anni.

L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto pochi giorni fa, un surfista è stato aggredito da uno squalo ed è stato trascinato a fondo dall’animale, che non ha lasciato resti. Il corpo infatti non è stato ritrovato nemmeno con i droni, i quali sono riusciti invece a individuare la tavola spezzata. Una sorte toccata alcuni mesi fa ad un sub, del quale si sono perse le tracce. L’uomo non è di colpo entrato nel menù degli squali, ma questi predatori seguono i pesci anche oltre la barriera corallina, venendo a contatto con surfisti e sub. La tavola da surf attrae questi temibili cacciatori che, dopo aver mosso il primo attacco, entrano in frenesia e rivolgono le loro attenzioni anche al malcapitato surfista.