sinner
(Photo by Cameron Spencer/Getty Images)

Primo turno fatale per un altro italiano. Jannik Sinner, forse il più sfortunato nell’accoppiamento dei 64esimi degli US Open, si arrende a Karen Khachanov (numero 16 ATP) dopo un match emozionante durato 3 ore e 42 minuti. Il tennista altoatesino, avanti di un set sul 2-1, decide di rifiatare nel quarto periodo di gioco concedendo all’avversario un bagel per giocarsi il tutto per tutto (nonostante i crampi) al quinto set nel quale gli è stato fatale il tie-break. Questi i punteggi finali dei 5 set: 6-3 / 7-6 (9-7) / 2-6 / 0-6 / 6-7 (4-7).

Grande sorriso invece sul volto, seppur stanco, di Andy Murray. Il tennista scozzese supera Yoshito Nishioka all’esordio dopo 4 ore e 39 minuti di vera maratona. Murray perde 4-6 / 4-6 i primi due set, resta attaccato al match nei due periodi di gioco successivi vincendo due tie-break (7-5 / 7-4) per poi vincere 6-4 al quinto set l’ultimo, decisivo, set.