Primoz Roglic
Foto Getty / Chris Graythen

Primoz Roglic sta dominando il Tour de France. Il ciclista sloveno fa forte, tanto da alimentare qualche sospetto di doping. I commissari dell’Uci hanno voluto vederci chiaro, controllando la sua bici per scovare eventuali segnali di doping tecnologico, fortunatamente non trovati. Mercoledì sera però, dopo il tappone sul Col de la Loze, il d.s. della Jumbo Visma ha perso le staffe. Mentre un commissario ha smontato la bici (guarnitura compresa) di Roglic, alla ricerca di eventuali segni di scorrettezze, Merijn Zeeman si è rivolto in maniera violenta verso di lui dicendo: “chi ti credi di essere? Vuoi la maglia gialla?“. Frase accompagnata da una serie di insulti in olandese.

L’episodio non è passato inosservato, tanto da costare al ds della Jumbo Visma una multa di 1800 euro e l’espulzione dal Tour de France. Zeeman si è scusato successivamente: “mi sono arrabbiato quando il commissario ha smontato la guarnitura. Stiamo lottando per uno sport equo e ciò implica controlli, ma devono essere effettuati in modo ragionevole. Detto questo, avrei dovuto essere più rispettoso nel mio approccio“.