Il tiro con l’arco riparte da Antalya, in Turchia. La prima gara internazionale all’aperto del 2020 sarà infatti l’International Antalya Challenge che si svolgerà dal 2 al 4 ottobre. World Archery ha voluto fortemente questo evento per dare un segnale di ripartenza dopo aver dovuto rinviare tutti gli eventi della stagione 2020 a causa della pandemia di Covid-19. Naturalmente in Turchia verrà applicato un apposito protocollo per garantire la sicurezza sanitaria di atleti e accompagnatori.
Gli azzurri dell’arco olimpico potranno così confrontarsi con alcune delle Nazionali più importanti d’Europa e la competizione sarà anche valida per il ranking internazionale. Saranno 13 in totale le Nazioni presenti: confermata la presenza oltre che della Turchia, padrona di casa, anche di Austria, Bulgaria, Danimarca, Isole Vergini, Iran, Moldavia, Polonia, Russia, Slovenia e Spagna, per un totale di oltre 100 arcieri in gara.

I CONVOCATI AZZURRI

Lo staff tecnico della Nazionale ha deciso di convocare per l’occasione nove arcieri, 5 uomini e 4 donne, tutti già presenti ai raduni organizzati tra luglio, agosto e settembre.
Nel maschile saranno in gara Mauro Nespoli, David Pasqualucci e Marco Morello, tutti arcieri dell’Aeronautica Militare, insieme ai giovani Federico Musolesi (Castenaso Archery Team) e Alessandro Paoli (Arcieri Iuvenilia).
Nel femminile la scelta è ricaduta sulle due atlete della Fiamme Oro, Tatiana Andreoli e Lucilla Boari, su Vanessa Landi (Aeronautica Militare) e su Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia). Ad accompagnare la Nazionale nel primo impegno internazionale 2020 saranno il Capo Delegazione e Coordinatore Tecnico della Nazionale Olimpica Sante Spigarelli, i tecnici Matteo Bisiani e Natalia Valeeva e lo psicologo Manolo Cattari.

IL PROGRAMMA DI GARA

La gara inizierà ufficialmente venerdì 2 ottobre intorno alle 9 del mattino (ora locale) con le 72 frecce di ranking round dell’arco olimpico maschile e del compound femminile. Alle ore 14 toccherà al ricurvo femminile e al compound maschile affrontare la qualifica.
Sabato 3 ottobre sarà una giornata interamente dedicata agli scontri individuali: si partirà dai ventiquattresimi di finale dell’arco olimpico, mentre nel primo pomeriggio inizieranno anche le sfide dei compound a partire dagli ottavi di finale. Intorno alle 16,40 ultima tornata di frecce con le semifinali. Da qui usciranno i nomi dei finalisti che scenderanno in campo domenica 4 mattina per i match che valgono il bronzo. Dalle 14,15 il via alle finali per l’oro in questo ordine: compound femminile e maschile e poi arco olimpico femminile e maschile. Ricordiamo che l’Italia sarà presente solamente nelle gare del ricurvo e non in quelle del compound.