Nadal
Clive Brunskill/Getty Images

Rafa Nadal torna finalmente in campo, lo fa agli Internazionali d’Italia dove sarà certamente il favorito numero uno. Lo spagnolo rientra dopo la decisione di non giocare gli US Open, presa in seguito al peggioramento dell’emergenza Coronavirus negli Stati Uniti.

Nadal
Clive Brunskill/Getty Images

Intervenuto in conferenza stampa, il mancino di Manacor ha espresso le proprie considerazioni in vista del torneo romano: “sono entusiasta di essere tornato. Le circostanze sono state pesanti per tutti, difficili. Ma eccoci qui. Roma è sempre emozionante, è senza dubbio uno degli eventi più importanti al mondo. E allo stesso tempo, ovviamente, non sarà lo stesso senza folla ed essere in bolla senza potersi godere un po’ la città. Ma almeno c’è un torneo qui a Roma e questo è positivo. Non rimpiango di non aver giocato gli US Open. Non l’ho seguito molto, ho visto solo la finale. Quando prendi una decisione vai avanti con quella. Ho fatto quello che pensavo essere il meglio per me e per la mia famiglia. Adesso mi sento bene, sono alla normalità, anzi forse un pelo sotto alla normalità perché non gioco da un po. Per essere al 100% bisogna giocare partite. Contro Carreno Busta sarà dura ma sarà anche un bel test”.

djokovic
Al Bello/Getty Images

Sulla squalifica di Djokovic nel corso degli US Open, Nadal ha ammesso: “Nole è stato sfortunato, mi spiace per lui, aveva un’opportunità in questo Slam. Non bisognerebbe fare cose del genere ma sono cose che accadono in circostanze sfortunate. In campo è importante avere controllo così da evitare la sfortuna, di sicuro non voleva colpire nessuno“.