Dwight Howard
Foto Getty / Mike Stobe

In vista di Gara-2, Dwight Howard ha le idee chiare in merito al piano partita: limitato Jokic, i Lakers potranno avere la meglio sui Nuggets. Il centro giallo-viola ha dunque deciso di estendere il concetto di ‘marcatura asfissiante’ sull’avversario, svelando di essere pronto a seguirlo fino alla sua stanza d’hotel pur di metterlo sotto pressione: “Jokic è un giocatore fantastico e ho adorato vedere la sua crescita da dove è arrivato fino a quello che è adesso. Ma non appena entro in campo, voglio fargli sentire la mia presenza. E visto che siamo nello stesso hotel, potrei anche incontrarlo fuori dalla sua camera per fargli capire che ci sarò per il resto della serie, con gli occhi fissi su di lui. Non è cattiveria, solo lo spirito competitivo che ho dentro di me. Apprezzo il suo lavoro e il suo amore per il gioco, ma questa per me è una grande opportunità, perciò voglio sfruttare ogni momento che mi viene dato in campo e dare il 110% per i miei compagni e per tutta la Laker Nation“.