Naomi Osaka
Foto Getty / Cameron Spencer

L’imperatrice Naomi Osaka torna a regnare sui campi di Flushing Meadows. A due anni dal primo successo sul cemento degli US Open (contro Serena Williams, ndr), la tennista nipponica vince il suo secondo titolo a New York, il terzo Slam della carriera dopo l’Australian Open vinto nel 2019 contro Kvitova, che la rende la prima asiatica (uomo o donna che sia) a vincere 3 prove dello Slam in carriera. Finale che si era messa in salita, complice la voglia di Vika Azarenka di vincere la prima finale americana dopo i ko del 2012 e del 2013. Dopo il 6-1 del primo set a favore della bielorussa, è stata la palla sprecata del 3-0 nel secondo set che avrebbe indirizzato il match nelle mani della nativa di Minsk. Osaka ha invece sfruttato l’occasione per tornare in partita e dar vita ad una strepitosa rimonta conclusa nei due set successivi vinti con il punteggio di 6-3 / 6-3.