iannone
Mirco Lazzari gp/Getty Images

E’ tornato Andrea Iannone, ma ancora solo come ospite nel box dell’Aprilia, dal momento che la sua squalifica è ancora in vigore in attesa della decisione del TAS.

iannone
Mirco Lazzari gp/Getty Images

The Maniac‘ si è presentato oggi a Misano per seguire questo venerdì di libere e per riassaporare il sapore del paddock, da cui manca ormai dalla fine dello scorso anno. Un periodo pesante per il rider dell’Aprilia, che ha svelato le sue sensazioni ai microfoni di Sky Sport: “la cosa che mi manca più di tutto è la moto, ovvero guidare. Non posso salire in sella nemmeno ad una moto stradale, mi hanno tolto proprio tutto. E’ la cosa peggiore che mi avrebbero potuto fare. Sono comunque forte, non ho intenzione di mollare e sono sicuro che presto tornerò in moto”.

iannone
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Interrogato poi sul Mondiale 2020, Iannone ha sottolineato: “sicuramente è un Mondiale imprevedibile, molto bello. Difficile fare pronostici, mi fa piacere vedere le KTM davanti. L’anno scorso se la giocavano con noi e quindi questo vuol dire che anche l’Aprilia può tornare davanti. L’ultima gara domenica è stata bella, sono contento per Valentino e per Pecco che lottano per le prime posizioni. Sarebbe piaciuto anche a me essere in pista, ma purtroppo non posso”.

maverick vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Infine, Iannone ha parlato dei problemi di Vinales e Quartararo: “Maverick è fortissimo, lo conosce bene, però non so come mai abbia questi alti e bassi sia in gara che nei test. Non so come mai, ma non credo che sia un pilota che soffra la pressione della gara perché è un campione del mondo. Quartararo? Deve stare più tranquillo, sente un po’ di pressione perché è giovanissimo e stare lì davanti è un po’ destabilizzante.