champions league stadio

La Juventus punta decisamente a una vittoria dopo tre finali perse in meno di vent’anni, l’Atalanta sogna e ha dalla sua l’entusiasmo di chi non ha nulla da perdere, mentre il Napoli affronta una delle squadre più temibili: il Barcellona di Messi. Vediamo quali possono essere le possibili vincitrci della Champions League 2019/2020.

Ronaldo e Buffon stessa Coppa motivazioni diverse

Cristiano Ronaldo
Foto Getty / Francesco Pecoraro

Le scommesse online di Starcasinò e di altri operatori, gli addetti ai lavori e anche alllenatori da tutta Europa sono quasi tutte d’accordo sul fatto che la favorita di questa Champions League sia il Manchester City di Guardiola per una serie di motivazioni. Innanzitutto i “citizens” hanno fallito, se così si può dire con un Liverpool così forte, il primo trofeo della stagione perdendo la Premier League e quindi Aguero e compagni si concentreranno sulla coppa dalle grandi orecchie che il City non ha mai vinto. Inoltre mancherà il Liverpool nella competizione e la squadra di Guardiola potrà eliminare già una diretta concorrente a agosto. Ma attenzione alla Juventus: la squadra allenata da Sarri ha tante motivazioni per portare a casa il trofeo e c’è una sfida nella sfida in particolare per Cristiano Ronaldo e Buffon. Il primo potrebbe, vincendo, agguantare il record di Seedorf vincendo tre Champions con tre squadre diverse, mentre il secondo, a 42 anni suonati, potrebbe vincere l’unico trofeo che manca alla sua bacheca mostruosa insieme alla Coppa Intercontinentale e all’Europeo per nazioni.

Napoli e Atalanta comunque vada sarà un successo

Duvan Zapata
Foto Getty / Emilio Andreoli

Il discorso è completamente diverso per le altre due squadre italiane impegnate in Champions. I nerazzurri di Bergamo stanno dando spettacolo su tutti i campi e in tutte le competizioni. Il club di Percassi è materia di studio per la bontà della gestione economica e tecnica, che riesce senza rinunciare alla qualità e ai risultati, un evento raro al giorno d’oggi. Ormai i bergamaschi sono una certezza del nostro campionato e si sono già assicurati la qualificazione alla Champions League dell’anno prossimo, potendo permettersi di trattenere gli uomini migliori richiesti da tanti club come Zapata, Ilicic, Muriel e Gomez. L’Atalanta affronterà il PSG in un’autentica sfida Davide contro Golia, ma si sa che nel calcio spesso le “piccole” in partite del genere si sono esaltate e la squadra di Gasperini non ha timore di nessuno, chiedere alla Juventus e al Valencia per informazioni. Per il Napoli di Gattuso, invece, la sfida con il Barcellona potrà essere la conferma della maturazione che la squadra partenopea sta avendo da quando Ancelotti ha lasciato Napoli. Gattuso ha fatto un lavoro straordinario nel dare serenità a un ambiente sempre pronto a esplodere e a giocatori che erano svogliati e sul punto di andarsene. Certo l’eliminazione dei blaugrana sarebbe un risultato incredibile che andrebbe a coronare un processo iniziato solo 7 mesi fa dall’allenatore calabrese.

Oltre al Manchester City e al Bayern Monaco non sembrano esserci delle vere e proprie favorite. La Juventus la inseriamo di diritto per anzianità e per la quantità di campioni che ha all’interno della rosa, ma se dovessimo analizzare il periodo attuale dei bianconeri non ci sentiamo di annoverarla fra le favorite. Discorso leggermente diverso per il Real Madrid, che potrebbe trovare fiducia se dovesse eliminare il Manchester City e non dimentichiamoci che Zidane è l’allenatore più vincente degli ultimi cinque anni, nei suoi unici cinque anni di carriera.