Klopp
Shaun Botterill/Getty Images

Jurgen Klopp ha dimostrato in questi anni il proprio valore dal punto di vista sportivo, conquistando prima la Champions e poi la Premier League con il Liverpool, interrompendo un digiuno di 30 anni.

Lewandowski
Mike Hewitt/Getty Images

Dal punto di vista caratteriale però l’allenatore tedesco ha tenuto nascosto qualcosa, alcuni segreti che ha deciso di svelare Robert Lewandowski ai microfoni di ESPN: “il mio allenatore preferito è Jurgen Klopp, dopo di lui c’è Pep Guardiola. Jurgen ha due facce, si vede che per i suoi giocatori è un po’ come un padre, ma ha anche una parte di sè che è quella dell’allenatore, del gestore di uomini. È capace di dirti qualsiasi cosa e non parlo di cose buone, ma di cose brutte. Per i giocatori è un enorme motivatore, sa gestirli alla perfezione, perchè capisce perfettamente quando è il momento di starti un po’ di più addosso o quando invece è il caso di lasciarti stare. Il suo rendimento come allenatore è fantastico non solo a livello tecnico, ma anche a livello umano“.