Lara van Ruijven
Foto Getty / Dean Mouhtaropoulos

Il mondo dello short track piange la tragica morte di Lara van Ruijven, campionessa del mondo in carica dei 500. La 27enne olandese che conquistò l’oro ai danni dell’azzurra Valcepina in un ‘controverso’ testa a testa in quel di Sofia, è morta a causa delle complicazioni di una malattia autoimmune.

Lara van Ruijven si è spenta presso l’ospedale di Perpignan, in Francia, nel quale si trovava ricoverata da diversi giorni in condizioni critiche: il 25 giugno si era sentita male ad un raduno dell’Olanda, il 29 giugno era in stato di coma in terapia intensiva. Non sono valsi a nulla i tanti interventi ai quali è stata sottoposta a causa di numerose emorragie interne. “È una fatto terribile, che colpisce tutto il mondo dello sport” ha dichiarato Joroen Otter, allenatore dell’Olanda. “È incomprensibile come ci sia stata tolta nel fiore degli anni” ha aggiunto Herman de Haan, direttore della federazione.