icardi
Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

L’esperienza con la maglia dell’Inter è ormai il passato, Mauro Icardi adesso è un giocatore di proprietà del Paris Saint-Germain dopo l’opzione esercitata ormai un mese fa.

Mauro Icardi
Foto Getty / Dean Mouhtaropoulos

L’argentino si è subito ambientato a Parigi, trovando l’ambiente ideale per potersi esprimere al meglio. Il suo futuro sarà ancora in Francia, ad ammetterlo è lui stesso ai microfoni di ‘Le Parisien’: “non era una mia decisione, ma del club. Quando l’opzione di riscattarmi è diventata un’opportunità reale, ne abbiamo discusso con i dirigenti e con Leonardo. Abbiamo valutato questa decisione con la mia famiglia e abbiamo deciso di restare: è stato facile. Dal mio arrivo a Parigi dall’Italia, la decisione era definitiva. Il diritto di riscatto poteva essere esercitato solo questa stagione, ma per me era tutto già definitivo dalla stagione passata“.

Mbappé
David Ramos/Getty Images

Sui nuovi compagni, Icardi ha ammesso: “con Di Maria, Mbappé e Neymar mi trovo molto bene, dai primi allenamenti abbiamo avuto un buon feeling. Conoscevo già Angel, ma non gli altri due. Dal primo minuto mi hanno aiutato a integrarmi. Sono venuto per dimostrare cosa so fare e aiutare la squadra: loro lo sapevano e pensano la stessa cosa. Il calcio è collettivo, per portare la squadra al successo, ci si deve aiutare. Dal primo giorno ho sentito un legame che univa il gruppo: c’è amicizia. Se ho pensato ad un ritorno in Italia? No no, mi sento bene a Parigi“.

Wanda Nara e Mauro Icardi
Foto Getty / Claudio Villa

L’argentino infine si è soffermato sul rapporto con la moglie Wanda Nara: “decidiamo tutto in famiglia, tutti insieme. Se ci sono scelte da fare, se ne parla e si prende la miglior decisione per noi e i bambini: non c’è niente di difficile. Se sono geloso? No, no. Noi gestiamo la nostra immagine sui social in due, insieme. E’ molto buono per noi che mia moglie sia famosa. I nuovi Beckham? Ma no, sono di un altro livello“.