Marco Luzzani/Getty Images

L’Inter si ferma al palo al cospetto di una Fiorentina tonica e quadrata, capace di strappare un prezioso 0-0 nel deserto di San Siro.

Lukaku e Eriksen
Marco Luzzani/Getty Images

Un risultato che invece non può lasciare soddisfatto Antonio Conte, apparso poco soddisfatto nel post gara ai microfoni di Sky Sport: “quando lasci dei punti è perché ci sono delle mancanze, stiamo cercando di lavorare sulla mentalità e sul killer instinct che devi avere se vuoi lottare per qualcosa di importante. Sono contento se i giocatori sono delusi del risultato: vuol dire che qualcosa sto lasciando. Ogni gara deve essere un test per tutti. Io credo che questa squadra quest’anno abbia raccolto di meno di quanto abbia seminato. A volte succede il contrario. Al di là del piazzamento il finale conta per capire la crescita: se arrivi secondo sei solo il primo dei perdenti. C’è chi si accontenta di questo, ma per me non ha significato“.

Lautaro Martinez
Foto Getty / Emilio Andreoli

Il discorso di Conte poi è scivolato su Lautaro Martinez: “le voci non lo stanno distraendo, stiamo parlando di un ragazzo di 22 anni che l’anno scorso non ha giocato tanto. Ora si sta affermando, ma non è un giocatore già fatto, può alternare momenti positivi o meno. A me interessa che dia il massimo: se non fosse così sarebbero guai, non lo accetterei. Ma non sta succedendo, così si semina solo zizzania e si insulta la sua intelligenza“.