Vettel Binotto Leclerc
Foto Getty / Mark Thompson

Prima giornata positiva ma non troppo per la Ferrari in Austria, dove domani si terrà il secondo Gran Premio della stagione sempre sul circuito del Red Bull Ring.

Binotto
Charles Coates/Getty Images

Dopo le difficoltà di una settimana fa, la scuderia di Maranello ha migliorato la propria monoposto con alcune nuove componenti, che sembrano abbiano sortito i frutti sperati. A far chiarezza ci ha pensato Mattia Binotto: “abbiamo portato alcuni pezzi nuovi, legati all’aerodinamica. Questi erano da testare. Così ci siamo concentrati su quelli, su un programma di controllo delle mappe aerodinamiche. Non avevamo un programma normale del venerdì, insomma. I tempi sul giro per noi non erano così importanti. Era più importante analizzare bene i dati, capire se le componenti funzionano come previsto e se stiamo andando avanti in termini di prestazioni. Le nuove componenti devono essere comprese e, in qualche modo, adattate al set-up. Dobbiamo lavorare per il resto del weekend sul nostro set up per ottimizzare l’equilibrio e le prestazioni della monoposto“.

macchina Leclerc
Bryn Lennon/Getty Images

Sulle sensazioni dei piloti, il team principal ha ammesso: “Vettel era molto in difficoltà il weekend scorso, mentre credo che ieri le cose siano andate molto meglio per lui. Penso abbia trovato il giusto feeling con il retrotreno della SF1000 in frenata. Credo invece che Leclerc non fosse troppo contento del bilanciamento della sua monoposto e dell’assetto. Mentre stavamo lavorando sul confronto aerodinamico non abbiamo lavorato molto per migliorare il suo bilanciamento e il suo assetto. Quindi sono sensazioni contrastanti, perché secondo lui avremmo dovuto migliorare, ma non siamo riusciti a farlo“.

Vettel
Bryn Lennon/Getty Images

Infine, Binotto ha bacchettato Vettel e Leclerc per aver violato i protocolli Covid: “le istruzioni per Leclerc e Vettel, ma anche per tutto il team, sono chiare: dobbiamo prestare attenzione perché essere qui è molto importante e lo è per il Circus intero. Penso che essere distratti dai protocolli non sia fantastico, ma dobbiamo essere davvero rigorosi. Quindi abbiamo alzato la nostra soglia d’attenzione. Credo che entrambi i nostri piloti abbiano capito di aver fatto qualcosa di sbagliato e sono abbastanza sicuro che in futuro faranno molta più attenzione“.