thiem
Kelly Defina - foto Getty

Quattro tennisti contagiati più le compagne e due membri dello staff, l’Adria Tour organizzato da Novak Djokovic si è rivelato un piccolo focolaio di Coronavirus, di cui a farne le spese è stato anche Nole e la moglie Jelena.

Troicki
Srdjan Stevanovic/Getty Images

Un comportamento da condannare quello tenuto dal numero uno del ranking e dagli altri tennisti, che non hanno rispettato le misure di distanziamento sociale, finendo per contagiarsi a vicenda. Chi è riuscito a scamparla è stato Dominic Thiem, che si è comunque scusato sui social per quanto accaduto a Belgrado: “sono rimasto sotto shock quando ho ricevuto le notizie dei contagi all’Adria Tour. Abbiamo giocato a porte chiuse per settimane ed eravamo felici di avere i tifosi all’evento. Abbiamo creduto nelle regole del governo serbo ma siamo stati troppo ottimisti. Il nostro comportamento è stato un errore, siamo stati troppo euforici. Sono molto dispiaciuto. Personalmente mi sono sottoposto al test cinque volte negli ultimi dieci giorni e sono sempre risultato negativo. Auguro una veloce guarigione a tutte le persone che sono risultate infettate“.