E’ giunto alla fase centrale il primo raduno degli slalomgigantisti di Coppa del mondo, impegnati sul ghiacciaio del Passo dello Stelvio fino a mercoledì 24 giugno. Roberto Lorenzi, direttore tecnico delle due specialità, sta seguendo con particolare attenzione il gruppo di gigante.

“Abbiamo un po’ faticato per il tempo che non è stato molto clemente in questi giorni – dichiara l’allenatore trentino -, a parte un solo giorno abbiamo sempre sciato in condizioni di neve e visibilità un po’ difficili. Tutto questo non ci ferma, il lavoro prosegue e speriamo che ci consenta di fare qualcosa di più specifico, fino ad ora ci siamo limitati all’addestramento con sci da slalom, gigante e supergigante”.

Ogni atleta presente allo Stelvio sta apportando individualmente ad alcuni accorgimenti tecnici. “Ho trovato un De Aliprandini pieno d’entusiasmo, stiamo concentrandoci con lui su alcuni particolari dove è carente sia lui che il resto del team. Luca farà anche un po’ di allenamenti in supergigante per migliorare l’equilibrio e la centralità, valuteremo eventualmente la sua partecipazione in coppa del mondo a qualche supergigante perchè avrebbe un pettorale altissimo, può essere invece che partecipi a qualche combinata. Con Riccardo Tonetti incrementeremo il lavoro sulla velocità, ha dimostrato di essere competitivo per il podio in combinata. Gli infortunati Maurberger e Moelgg hanno quasi completato il percorso rieducativo dopo i rispettivi infortuni, Manfred si concentrerà principalmente sullo slalom, con Simon bisognerà aspettare i primi di agosto. Per entrambi il programma procede senza intoppi, a Mauberger occorrerà qualche settimana in più per rimettere gli sci. Intendiamo recuperare appieno anche Giovanni Borsotti, l’anno scorso ha dato segnali di ripresa e sul quale insisteremo. Ha le qualità per un ulteriore passo in avanti. Hannes Zingerle ha recuperato dal problema alla caviglia che si è portato avanti per gran parte della scorsa stagione, la sua priorità deve rimanere il gigante. Farmeo in modo che i vari Tommaso Sala e Alex Vinatzer riescano in un futuro vicino ad essere competitivi in una seconda disciplina oltre allo slalom, si alleneranno parecchio questa estate anche in gigante”.