Liverpool
Pool/Getty Images

Una maledizione lunga 30 anni, finalmente spezzata. Il Liverpool torna ad essere campione d’Inghilterra. Il successo non arriva sul campo, ma dal divano di casa. Gentile concessione del Chelsea che ferma il disperato tentativo di rimonta del Manchester City, fermo a 13 punti di svantaggio con 7 gare dal termine. Serviva solo la certezza matematica, arrivata dopo il big match di Stamford Bridge.

Liverpool
Pool/Getty Images

Pulisic apre le marcature, De Bruyne pareggia i conti nella ripresa ma poi Fernandinho si fa espellere lasciando i suoi in 10: Willian chiude i conti su calcio di rigore e regala 3 punti importanti ai ‘Blues’ in ottica Champions. Festeggia anche il Liverpool di Jurgen Klopp che dopo lo storico scudetto vinto nel 1990 con Sir Kenny Dalglish in panchina, tornano ad essere campioni d’Inghilterra.

Un cammino straordinario quello dei ‘Reds’ che hanno raccolto 86 punti in 31 partite, perdendo appena una gara e pareggiandone due. Il Liverpool è attualmente anche il secondo miglior attacco (70 gol fatti) e la miglior difesa della Premier League con  reti subite.