Vettel e Leclerc
Charles Coates/Getty Images

L’addio di Vettel nel 2021 renderà complicata la convivenza con Leclerc nel corso del Mondiale 2020, che scatterà domenica prossima in Austria.

Vettel
Charles Coates/Getty Images

Ne è convinto Jacques Villeneuve, intervenuto ai microfoni della Gazzetta dello Sport per analizzare quanto accadrà in casa Ferrari: “vedremo una Mercedes davanti, poi la Red Bull che si sente molto forte e una Ferrari un po’ in crisi. Con l’uscita di Vettel l’ambiente rischia di essere orribile, la tensione non aiuterà nessuno in generale, nemmeno Leclerc. Scintille? Sicuramente sì, perché Leclerc adesso sa di essere il capo della squadra, ma sarà contro un 4 volte campione del mondo. E’ una situazione pesante, in cui sarà difficile avere una guida libera. Si sta verificando quello che avevo previsto 2 anni fa, quando è cominciata la carriera di Leclerc: dicevo che si sarebbe riproposta la stessa situazione che Vettel ha avuto con Ricciardo nell’ultimo anno in Red Bull, e adesso ci siamo: Charles ha tutto il potenziale per gestire la situazione, vedremo come lo farà“.

hamilton vettel leclerc
Will Taylor-Medhurst/Getty Images

Villeneuve poi si è soffermato su Leclerc e sulle aspettative nei suoi confronti: “questa svolta a favore di Charles era prevedibile, perché fin da subito si è concentrata tanta attenzione su di lui, con un’operazione mediatica anche: l’amore dei giornalisti, l’affetto dei tifosi. Si vuole costruire una nuova era-Schumacher con lui. Che è bravo, è carino, ha immagine e non costa ancora troppo. Poi Charles ci ha messo del suo. E’ andato forte, ha vinto. E per contro Vettel costava una cifra allucinante. Da fuori può restare il dubbio su chi faccia il lavoro, chi sviluppi la macchina. Ma in Ferrari questo lo sanno e se hanno scelto Charles ci sarà una ragione anche relativamente a questo aspetto“.

Hamilton
Charles Coates/Getty Images

Infine, Villeneuve ha parlato della Mercedes post-Hamilton: “quando Lewis smetterà ci sarà un grande vuoto. E allora a quel punto che utilità ha per Mercedes restare in F1? Ha già ottenuto tutto quel che poteva e voleva. Se guardiamo al passato, Ferrari a parte, tutti i grandi gruppi sono entrati e usciti“.