Valencia, Florenzi si mette alle spalle il periodo duro: “prima la varicella e poi il Coronavirus, ora sono pronto”

Il terzino in forza al Valencia ha rivelato quelli che sono stati gli ostacoli da superare nei suoi primi mesi in Spagna

SportFair

Non è stata una stagione facile fin qui per Alessandro Florenzi, poco impiegato nei suoi primi mesi al Valencia a causa di alcune vicissitudini adesso superate.

Alessandro Florenzi
Gabriele Maltinti/Getty Images

Intervistato al sito ufficiale del club spagnolo, l’ex Roma ha ammesso: “mi sento bene, siamo stati a casa per due mesi, ho cercato di sfruttare al massimo questo periodo per tenermi in forma dal punto di vista fisico. Ora abbiamo iniziato gli allenamenti con i compagni, speriamo di riunirci il prima possibile e di tornare a fare squadra perché vogliamo iniziare la stagione nel miglior modo possibile. Non è stato facile, all’inizio ho giocato solo tre partite. Poi ho preso la varicella, e alla fine ci si è messo di mezzo anche il Covid. Non sono stato in grado di godermi l’atmosfera di Valencia, quella che si respira nello stadio. Non vedo l’ora di poterlo fare ed apprezzare il calcio di questa città. Non sarà facile giocare senza i nostri tifosi, tutti conoscono la loro forza: un segnale è arrivato anche nella seconda partita contro l’Atalanta. Quella notte ci hanno sostenuto fuori dallo stadio. Sicuramente sarà diverso giocare così, ma vogliamo dargli comunque una gioia in questi tempi difficili”.